La Speleologia dell’Amore Incondizionato

Buongiorno…

8/8   2018. 

Otto dell’otto. La giornata dell’Infinito…   Silvia e Nicola ce l’hanno in copertina. 

Stanotte ho fatto lo speleologo… Chissà, sogno premonitore, regressione in vita precedente, simbologia? Vedremo… Il risultato di stamattina, al risveglio, però è che, comunque, ho pensato che la relazione tra l’Amore Incondizionato e la Speleologia è fortissima. Quante volte abbiamo detto, più o meno consapevolmente di nutrire un amore “profondo” verso qualcuno? E allora? Profondo dove? Dentro di noi, già… Ma non solo. Perché facciamo due percorsi, nello stesso momento. Uno nelle nostre grotte, uno nelle grotte del cuore di chi amiamo… Due percorsi, un solo riferimento. La luce. L’Amore Incondizionato non ha  bisogno né di torce, né di generatori . Per avere Luce. In Amore Incondizionato, più in profondità vai, più Luce trovi. L’Amore Incondizionato ti delocalizza, sei in profondità e in cielo nello stesso momento. Ti chiede solo di esserne consapevole, per riconoscerla quella Luce e accoglierla… Se vuoi. Per “essere in” quella Luce. Spegnerla non puoi. Perché l’Amore, se è incondizionato, non lo può spegnere nessuno. Accoglierla o non accoglierla. Libero Arbitrio.

Approfondiremo, è proprio il caso di dirlo… presto!

Buona giornata, Cuori  Luminosi. Vince

vincenzo@vincenzopezzella.it

GRAZIE! Appena pubblicato, un’ora fa, e già l’amica Luciana, ma manda il suo commento! prima di tutto, grazie! Poi, con il suo consenso lo riporto di seguito.

“L’amore, agisce in profondità, e’ esigente, vuole sempre e comunque il bene altrui, a prescindere.  L’amore arricchisce chi lo riceve e chi lo da’ perché agisce nelle grotte del nostro profondo … C’è un amore universale che ci forma, come persone, individui e anime…  Le anime affini si riconoscono grazie all’amore incondizionato di cui la vita le ha rese portatrici e testimoni, testimoni della luce silenziosa, splendente , visibile …

Sai, è come se sentissi la forza che ti anima, è una forza interiore rara, una sana tensione costante, forte, parte integrante della tua vita e del tuo andare… Sei attratto come se tu fossi una calamita , sei qui, ma vedi la strada, non ne vedi la fine, vedi il percorso, le tue emozioni sono grandiose, le tue ali enormi degne di cieli ampi e poco trafficati, dove puoi librare e guardare dall’alto il panorama, perché a pochi impavidi questo é dato.

Allora, buona continuazione in questo bellissimo viaggio chiamato vita”.

Che dire? Un vero grande, un po’ imbarazzato, ringraziamento! Buona Vita a te, Luciana!