Mappe profumate

PUO’ CAPITARE, ECCOME.

PUO’ CAPITARE di smarrire ciò che è più prezioso.

PUO’ CAPITARE. Di accorgersi, un giorno, che non sentiamo più il profumo dell’Amore. Che le nostre narici si sono tappate. Che, di fronte ad un sole, ad un panorama, ad un mare, ad un temporale, non sentiamo più “quello”, fra tutti i profumi.

Non sto parlando di una persona che non c’è più. Parlo di qualcosa di ben più importante, della nostra capacità di “annusare” l’Energia Amorevole che c’è intorno, il profumo della nostra capacità di amare. “Non ho dimenticato come si fa ad amare…”. Malgrado tutto. “Non ho dimenticato come si fa…”. Inutile cercare mappe, bussole, cartine: non ne esistono e non le faranno mai, quelle. Ce ne vorrebbe una per ogni abitante della Terra. Mang-Tzu diceva che: “…lo scopo dell’apprendimento è la ricerca del cuore che abbiamo perduto.” IO LO ADORO. GRANDE INTUIZIONE. C’è un mondo qui dentro, con tutta la sua grandezza, con tutta la sua umanità, con tutta la sua possibilità, con tutto il suo limite. In queste dodici parole si incontrano tutto e l’opposto di tutto. Io amo il mio cuore, ci parlo, tutti i giorni, e lui mi risponde, con il ritmo dei suoi battiti, che cambia a seconda di ciò che vuole dirmi. Pian piano, andando avanti con l’età, sto imparando che il battito del nostro cuore, in fondo, non serve a tenerci in vita, è quel compagno di viaggio che ci serve per parlare con la nostra capacità di dare amore: senza questa, il battito a che serve… A sentirci smarriti, appunto… e a farci sentire, e lo fa apposta, la mancanza di quel profumo. Per farci non perdere mai più il piacere di averlo dentro di noi. Chissà perché quando ci dicono, il giorno dopo o più, a volte mesi, a volte anni: “Ho ancora il tuo profumo addosso a me…” sappiamo bene tutti che abbiamo detto qualcosa di grande.


Buona giornata, Cuori ❤️ Profumati. Vince Pezzella