Credo

28 10 2018

CREDO DI AVER CAPITO

 

Credo di aver capito…

O ci sono molto vicino.

A dare un nome a quello stato dell’animo in cui ti mette l’Amore marchiato a fuoco dentro di te.

Oggi piove. E sono uscito a prenderla tutta, senza riparo.

Come si prende la vita che diventa una pioggia che non puoi fermare.

La pioggia va in una sola direzione.

La Vita anche. E ti piove addosso.

Il Sole va in tutte le direzioni. E ti asciuga addosso.

Ogni cosa avviene addosso.

Qualcosa entra, qualcosa scivola.

Sono cresciuto ascoltando la testa.

Poi un giorno ho imparato ad ascoltare il cuore.

Poi la pelle.

Ora i pori della pelle.

Forse riesco ad entrare dentro di me.

Per la porta giusta. Quella che fa entrare, o che ferma fuori, ciò che ti piove o ti scalda addosso.

Credo aver capito.

O ci sono molto vicino.

A dare un nome a quello stato dell’animo in cui ti mette l’Amore marchiato a fuoco dentro di te.

L’aggettivo ce l’ho: incondizionato.

Non è Amore, riesce persino ad essere qualcosa di più.

E’ quella pioggia che ti sbatte addosso, è quel sole che ti brucia,

è quel pianto che ti inonda, è quella gioia che ti lancia in aria,

è quella grandine che ti ferisce, è quel sorriso che ti rinasce.

Credo di aver capito.

Che l’essenza è nel NON dare un nome a quello stato dell’animo.

A prescindere.

L’Universo lo sa, il suo nome.

Forse, è questo ciò che conta.

©Vince Pezzella

 

vincenzo@vincenzopezzella.it