Grazie, 2019 !

PER ACCOGLIERE IL NUOVO ANNO IMMINENTE, INIZIO A SALUTARE UN GRANDE 2019! Comincio dalla Maturità di mia figlia Beatrice, che ho, con piacere immenso, ringraziato 100 volte per avermi reso, ancora una volta, orgoglioso di lei, e ancora ora che ha iniziato, con altrettanto successo, la sua carriera universitaria. GRAZIE BEA! Il Destino, in primavera, ha cambiato occhiali, ma soprattutto ha cambiato i suoi occhi, mi ha portato quegli occhi verdi con cui ora mi guarda. E mi parla. Perché il Destino ci parla, ne ho le prove, e noi abbiamo il dovere di ascoltarlo. Con Amore ricambiato. Per il nostro Bene. Grazie, M., Amore Mio! I nuovi occhiali si sono preannunciati in un quadro del 1970, che il mio cugino Esperto d’Arte Antonio Pezzella, ha trovato per me. La sorpresa di girare il quadro e scoprire che l’autore, 50 anni fa, lo ha chiamato “Occhiali del Destino!” NIENTE PER CASO. Silvia e Nicola, i protagonisti del mio “La Donna di tutte le vite”, mi hanno portato a Clusone, in Val Seriana, ad Antenna2. Grazie Gian Antonio Bonaldi, grazie Cristina Bonfanti! Poi mi hanno portato a Pozzoleone, Vicenza, alla Biblioteca Comunale. Grazie Gabriella Costalunga! Tenetevi pronti perché con il nuovo anno arriverà il nuovo episodio della loro storia. GRAZIE A CHI HA CONTINUATO AD ACQUISTARLO E A LEGGERLO. GRAZIE! Dal 3 Marzo al 17 Novembre scorsi, con Marco Cesati Cassin, il mio rapporto con le coincidenze significative è cresciuto: e crescerà ancora, sempre con Marco, il 26 Gennaio 2020 prossimo a Desenzano sul Garda, al Park Hotel, per “Conosci il tuo Destino”. Un lampo di luce, a Gennaio scorso, l’incontro con Chiara Gamberale per il suo “L’isola dell’abbandono”. Che bellissimo romanzo! E dedica degna della sua grande sensibilità. E’ stato il 2019, l’anno di “Western Stars”, l’ultimo, incredibile, capolavoro di mio fratello il Boss, Bruce. Bruce Springsteen. CD e film. Io ti ringrazio, Bruce, per quello che sei e per quello che fai. Giore, divertire, commuovere, pensare, amare. Non possiamo che vivere nell’Amore. Last but not least, è arrivata Marlene. La labrador che, con la sua pazienza, con i suoi silenzi, ci ha già detto un sacco di cose. E’ arrivata perché doveva venire dove è ora. Segnali inequivocabili. Per cambiare la vita a sé e a noi che l’abbiamo raccolta ed accolta. Tra tanti arrivi, una partenza: Felice Gimondi. Il campione bergamasco che ha reso felici tanti pomeriggi della mia adolescenza, con la sua fatica, la sua classe, la sua eleganza, le sue vittorie. Abbi pazienza, Felice, se cavalco una moto: ma con nonno e papà motociclisti di professione, il mio Destino, appunto, non poteva che essere sopra una rumorosa cavalleria profumata di olio e benzina. E grazie a tutti voi che, ogni giorno, mi avete salutato e seguito con pazienza. Con alcuni, possiamo dirlo, ci vogliamo proprio bene. Ed è bellissimo! ❤️ BUON ANNO A TUTTI!

Vince Pezzella

vincenzo@vincenzopezzella.it